giovedì 2 settembre 2010

Smontare, modificare, provare, riutilizzare... si chiama Tinkering

Smontaggio vecchio Scanner Canon
Con grande gioia apprendo che la mia più grande passione ha un nome ben preciso, si chiama Tinkering.
Ho iniziato a leggere la Guida Ufficiale di Arduino (di Massimo Banzi, l'inventore di Arduino) e a pagina 7 leggo:

Il concetto di tinkering

"Crediamo che sia fondamentale giocare con la tecnologia, esplorare diverse possibilità drettamente su hardware e software, a volte senza uno scopo ben definito.
Riutilizzare la tecnologia esistente è una delle forme migliori di tinkering. Procurarsi giocattoli economici o vecchie attrezzature che andrebbero buttate e modificarle per creare qualcosa di nuovo è uno dei modi migliori di ottenere risultati."

Ecco spiegato alla perfezione cos'è il tinkering. In casa mia nessuna tecnologia, anche la più semplice, viene buttata senza esser passata sotto i miei attrezzi. Si smonta tutto, si cerca di capire come funzionava, cosa può essersi rotto. Si smonta ogni singolo pezzo e, quelli che meritano, vengono archiviati (ecco, su questo forse dovrei migliorare un po', nel senso che poi fatico a ricordare dove "archivio" le cose!).

Per portarvi un esempio vi elenco il materiale, smontato e archiviato, proveniente da un vecchio scanner Canon CanoScan D646U (vedi foto sopra):
  1. Motore passo-passo funzionante (con driver, devo ancora dissaldare il tutto)
  2. Barra in acciaio
  3. Piccolissimo neon (luce dello scanner)
  4. Ingranaggi e piccola ma robusta cinghia di trasmissione
  5. Componenti elettronici vari
  6. Un piccolo trasformatore da 220V a 12V
Come vedete tutte cose che possono venire utili!