sabato 5 settembre 2009

Impianto elettrico di casa - Terra, Fase e Neutro




E' bene avvisare perchè "uomo avvisato mezzo salvato": prima di procedere a qualsiasi lavoro sul vostro impianto elettrico assicuratevi di aver staccato l'interruttore generale dell'energia elettrica. Una prova pratica (es: inserire una lampada e provare ad accenderla) è cosa giusta.

In qualsiasi presa o punto luce di casa vostra (utenza monofase) troverete sempre 3 fili.
Ovviamente nel momento in cui aprite una presa a muro composta, ad esempio, da più prese femmine la difficoltà nell'identificare i 3 fili aumenta ma se seguite i ragionamenti qui sotto ci salterete fuori lo stesso.
Dicevamo, 3 fili.

Il filo di messa a terra

La prima cosa da fare è identificare il filo di messa a terra. Questo è un filo particolare ed è sempre di colore giallo-verde (normativa CEI). La presenza della messa a terra mira a proteggere le persone dal rischio di folgorazione, in parole povere scarica nel terreno eventuali "perdite" dell'impianto elettrico. Un esempio terra terra (perdonatemi il gioco di parole!): immaginate un frigorifero di metallo. Considerate che gli apparati elettrici (motore, compressore, ventole, ecc.) sono solitamente imbullonati alla struttura portante del frigo. L'involucro quindi, essendo anch'esso di metallo, conduce elettricità. Ipotizziamo che il motore del frigo, usurato dal tempo, abbia qualche "perdita di corrente", questa finirebbe sull'involucro del motore tramite i bulloni che lo tengono attaccato alla struttura. Voi, toccando il frigo, prendereste la scossa. Se alla struttura di metallo invece si collega il filo di terra (la chiamiamo così per comodità) la corrente verrà assorbita dal terreno e risulterà quasi impercettibile.

Il filo di fase

Questo è il filo più pericoloso perchè è quello su cui passa l'onda sinusoidiale effettiva a 50 Hz 220V. Senza addentrarci troppo nei dettagli tecnici sappiate che questo è il filo che conduce l'elettricità anche singolarmente. Se lo toccate quando l'interruttore generale è attivato prendete la scossa!
Se l'impianto è a norma questo filo deve essere di colore nero o marrone.

Il filo neutro

Il neutro è il ritorno a potenziale 0. E' meno pericoloso della fase anche se il mio consiglio è quello di considerarlo ugualmente pericoloso. Se l'impianto è a norma e le cose sono fatte a regola d'arte potreste anche toccare il filo senza prendere la scossa. Se l'impianto è vecchio o se le cose non sono state fatte bene (non è facile capirlo e poi fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio!) la scossa la prendete lo stesso!

Se l'impianto è a norma questo filo deve essere di colore blu.

Come riconoscere la fase?

Il discorso è sempre legato a come e quando è stato fatto l'impianto. Se parliamo di un impianto moderno a norma dovrebbero bastare i colori dei fili. Se ci ritroviamo invece di fronte ad un impianto vecchio, o semplicemente non vi fidate della situazione che ritrovate aprendo una presa, la soluzione è semplice: utilizzate un cercafase. E' un giravite particolare che potete comprare in un qualsiasi negozio di materiale elettrico. Per capire come utilizzarlo leggete qui.
Attenzione!
E' buona norma controllare sempre tutti i fili. Come dicevo prima alcuni impianti possono presentare problemi e anche il neutro potrebbe condurre elettricità. Non entro in dettagli tecnici ma sottolineo nuovamente che il neutro va trattato, in termini di sicurezza, allo stesso modo della fase.

E se ci sono altri colori?

Può accadere, anzi, raramente si trovano i colori evidenziati sopra. Ovviamente parliamo di fase e neutro, la messa a terra è da denuncia se non è giallo-verde!
In casa mia, ad esempio, trovo anche i colori viola, grigio, bianco e rosso. Tutti fase.
Quando aprite una scatola a muro potrebbe capitare di trovare altri colori, è una pratica utilizzata dagli elettricisti per differenziare i fili in modo da rendere facilmente distinguibile la provenienza (tipo una stanza piuttosto che un'altra). I colori diversi da quelli standard dovrebbero comunque essere sulla fase ma non fidatevi!
Controllate sempre con un cercafase!


Altre fonti sull'argomento: L'uomo di casa - Impianto elettrico

158 commenti:

  1. Questa è una lezione teorica e ne seguirà una operativa per il collegamento? Appena torno a casa vado a vedere i colori dei fili e do un cazziatone all'elettricista se non ha usato i colori che hai detto tu!

    RispondiElimina
  2. buonasera devo montare un'applique al bagno dal muro ho trovato 3 fili,uno marrone,uno blu ed uno verde-senza giallo-,il portalampada che devo montare ha solo 2 fori,,,,quale non devo collegare??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora il tuo impianto e fatto da cani con colori a caso... cm il blu dovrebbe essere il neutro e il marrone la fase.. per non sbagliare e fare cavolate ti prendi un normalissimo tester o te lo fai prestare... lo imposti su 230 alternata... metti i due terminali sui fili interessati.... se ti segna 230 sei giusto se no li provitutti

      Elimina
  3. Probabilmente il filo verde perchè dovrebbe essere la messa a terra, mentre marrone e blu sono fase e neutro. L'unico modo per avere la certezza però è smontare un'altro portalampada di casa e verificare i colori. Per individuare la fase può anche utilizzare il cercafase (vedi sopra).

    RispondiElimina
  4. grazie 1000, domani provo a fare come mi ha detto e se...non rimango attaccato le faro' sapere.Marco

    RispondiElimina
  5. Il mio padrone di casa mi ha detto di non fidarmi dei colori. Infatti ora sto montando una lampada ed i colori sono nero, grigio e rosso. Il cercafase mi dice che il nero e' la fase. Come posso capire qual e' la terra? Grazie, Alberto.

    RispondiElimina
  6. Alberto purtroppo la tua situazione è la più complessa. Richiede uno studio approfondito sull'impianto. Puoi farti un'idea per capire quale sia la terra aprendo le prese e vedendo come sono collegati i fili (la terra è sempre al centro). Però devi essere certo che i fili abbiano gli stessi colori in tutto l'impianto di casa. Poi devi fare esperimenti con la sonda da elettricista per capire come si muovono i fili. Insomma... c'è da studiare un pà il tutto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nn è vero ke la presa ha cm terra il morsetto centrale sempre in certi casipuo essere collegata anke sopra o sotto dei tre morsetti basta vedere cn attenzione dv sta il simbolo terra

      Elimina
    2. Io parlavo di posizione del filo di terra (sempre al centro). Nei morsetti presenti nella parte posteriore della presa ogni produttore li mette dove vuole.

      Elimina
  7. Buongiorno,avrei bisogno di sapere a chi rivolgermi per segnalare un impianto elettrico non a norma di legge... ringrazio anticipatamente
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una ditta seria autorizzata che abbia la legge 46/90 con la quale puo' verificare se l'impianto e' a norma o no

      Elimina
  8. Francesca dipende dalle situazioni secondo me. Non è il mio campo e non vorrei dire fesserie ma cambia se l'appartamento è il tuo, o se sei in affitto o se è quello di un tuo "amico". In generale secondo me è sempre bene consultare un legale: un avvocato.

    RispondiElimina
  9. Grazie Davide...ma se il proprietario dell'immobile,non fa alcun tipo di manutenzione e non risponde ai solleciti,non si può fare altro?

    RispondiElimina
  10. Purtroppo non posso risponderti. Le mie conoscenze legali sono molto scarse e non saprei dirti cosa puoi fare o se puoi denunciare qualcuno.

    RispondiElimina
  11. Non riesco a trovare le cassette di derivaziome dell´impianto elettrico nel mio appartamento, dove possono essere? mi puó aiutare qualcuno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o in basso o in alto la media delle cassette dovrebbero essere almeno 3 piu' il quadro elettrico

      Elimina
  12. Salve, mi hanno montato all'interno del Garage l'interruttore magnetotermico e da questo esce solo il filo giallo-verde per la messa a terra. Come faccio a fare il collegamento per il contenitore a parete dove andranno ad incastrarsi la Presa e l'Interruttore? puoi darmi dei chiarimenti? Grazie

    RispondiElimina
  13. E' sicuro che si tratti di un interruttore magnetotermico?
    C'è il differenziale?
    Se realmente esce solo il filo giallo-verde di terra non credo che il suo impianto sia stato montato a regola d'arte!

    RispondiElimina
  14. vorrei avere una idea de cosa succede ho una lampada che si accende da tre punti diversi , adesso nessun interruttore accende la lampada de nessun punto, comunque ce la corrente normale a casa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. semplicemente se prima funzionavano a regola d'arte i tre interruttori dv cambiare lampadina xkè fulminata oppure uno dei tre interruttori ha qlk problema

      Elimina
  15. asd.. beato ki ne capisce XD

    RispondiElimina
  16. vorrei avere un aiuto.il problema e questo,ho una pompa sommersa di 2hp(cavalli) di potenza in un pozzo artesiano con un press control che all'apertura del rubimetto va in moto,pero', dopo pochi minuti di funzionamento della pompa mi scatta il contatore.potete aiutarmi?forse la pompa va in sovraccarico perche nn e abbastanza in acqua? nn riesco a capire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una delle cause possibili è che sull'impianto ci sono già altri assorbimenti,ed al momento che si attiva la pompa il contatore va in esubero e dopo poco scatta.

      Elimina
    2. le pompe a immersione consumano poco.
      Sicuramente filtra acqua e ti scattare il salvavita.
      O sistemi la pompa o la cambi: non costano molto.

      Elimina
  17. Le cause per cui la pompa fa scattare il contatore potrebbero essere molteplici. Potrebbe scattare perchè si scalda (sovraccarico, resistenze, ecc) o perchè il motore si sta bruciando. E' necessario controllare ogni cosa.

    RispondiElimina
  18. Buon giorno ho un problema che linterrutore delle scale condominiali arrivano tutti e 2 fili marroni e a quei fili arriva a tutti e 2 la corrente,invece agli altri interrutori arriva 1 sola corrente,cosa può essere successo

    RispondiElimina
  19. Buongiorno
    le espongo brevemente i miei dubbi. La mia caldaia fa i capricci e sovente va in blocco e non funziona più. L'unico rimedio che finora mi hanno trovato i tecnici è invertire fase e neutro e così facendo la caldaia torna a funzionare. Immagino quindi un problema elettrico, ma fase e neutro si invertono da soli? Cosa può essere che scatena questa inversione impedendo il funzionamento della caldaia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se la caldaia è elettronica invertendo la fase si ripristina il funzionamento della scheda. Ma il problema è proprio una dispersione: o non c'è la terra, o c'è una microperdita di acqua dell'elettrovalvola, o la bobina dell' elettrovalvola fa i capricci.

      Elimina
  20. Salve Cinzia, non conosco a fondo i circuiti delle caldaie, inoltre credo vi siano notevoli differenze da modello a modello. In generale in una caldaia senza problemi non vi è differenza se si inverte fase e neutro. Per farlo, ad esempio, basta inserire la presa invertendo i poli e questo non dà nessun problema.
    Non credo che si invertano da soli. Penso piuttosto che invertendoli si resetti in qualche modo il circuito di controllo che poi la manda in blocco. Cosa causi il blocco può dipendere da tanti fattori, soprattutto in una caldaia dove vi sono motori, sensori e circuiti. La prima prova che farei è quella di verificare se sulla scocca di metallo (in un punto in cui è visibile il metallo, non verniciato) sono presenti dispersioni. Per farlo servono apposite pinze amperometriche ad alta sensibilità o un tester, ma non è un'operazione alla portata di tutti.

    RispondiElimina
  21. Buongiorno,
    ci sono disposizioni di come devo mettere le due cassette per i contatori dell'impianto fotovoltaico? Il tecnico dell'ENEL ha fatto un sopraluogo e mi riferiva che le due cassette non erano all'ineate e a livello luna con l'altra e di spostare la vecchia cassetta con all'interno il contatore vecchio a fianco della cassetta in cui verra posto il contatore dell'impianto fotovoltaico, cio vuol dire altri costi e altri lavori sul muro perimetrale di casa mia. Ci sono direttive in questo merito? io credo che una volta che l'assemblaggio ed i pezzi sono tutti a norma la posizione della cassette non interessi all'enel.GRAZIE PER L'AIUTO BUON LAVORO.CRISTIAN

    RispondiElimina
  22. Salve,
    ho aperto una cassetta a muro per farne una derivazione sulla montante principale e portare corrente ad una nuova presa, il problema è che la cassetta in questione è la più intasata della casa, all'interno ho trovato numerosi cavi di colori estremamente diversi fra loro. La cosa che mi sconvolge di più è vedere delle derivazioni fatte con cavo giallo-verde. Domanda come faccio ad individuare la fase ed il neutro ed a distinguerli fra loro?

    Grazie mille,
    Piero

    RispondiElimina
  23. Salve Piero, purtroppo non è semplice visto che l'impianto non credo sia fatto a regola d'arte (la presenza di derivazioni con filo giallo-verde ne è un segno evidente!).
    L'unica cosa che mi viene in mente è quella di partire da una presa funzionante nei pressi della cassetta. Da questa entrare con la sonda per poi arrivare alla cassetta (se non arriva provare con altra presa). A questo punto posso risalire a fase e neutro in base ai colori dei fili che partono dalla presa stessa e che arrivano alla cassetta.

    RispondiElimina
  24. grazie,
    pensavo ci fosse un modo prendendo delle misurazioni con un tester, magari basato sulla differenza di tensione fra fase e neutro. Ma era solo una teoria...

    RispondiElimina
  25. Puoi provare misurando la tensione tra i due fili, prima uno poi l'altro (non sai quale sia la fase e il netro), e la terra. Uno dovrebbe misurare 220 (fase) mentre l'altro 0 o qualche Volts. ATTENZIONE però: non è sempre così!
    Per approfondimenti ti consiglio di leggere questo thread in cui si parla delle differenze di tensione che ancora oggi si possono trovare nei vecchi impianti.

    RispondiElimina
  26. La soluzione sopra invece era un po' più pratica e meno teorica, abbastanza grezza ma funzionante ;-)

    RispondiElimina
  27. Ciao, ho trovato molto interessante la tua guida. Io però ho un problema che magari sai aiutarmi a risolvere. Ho aperto un blocco di prese contenente 3 femmine.
    Purtroppo l'ho fatto di fretta senza prestare molta attenzione ai colori, sapendo che tanto sono facilmente distinguibili. Solo quando mi sono messo di buona lena per rimontare le prese mi sono accorto che i conti non tornano.
    A meno di sviste colossali ho trovato 3 neri, 2 blu e un solo giallo/verde.
    Nella scatoletta c'è anche un altro blu che però sicuramente non era collegato (ho coperto con del nastro isolante tutto ciò che ho scollegato) e una giunzione di 2 giallo/verdi. Ora, l'unica cosa che posso immaginare è che uno dei neri in realtà sia una terra e non una fase.
    Il punto è: con un cerca fase capisco se è una fase o "mente", ma come faccio a capire se è veramente una terra come penso io o è un neutro?

    RispondiElimina
  28. che vantaggi posso ricavare se a valle del contatore stacco il neutro e lo collego a terra?

    RispondiElimina
  29. ciao pdepmcp,
    purtroppo non è semplice. Ti consiglio di leggerti questo thread: Distinguere neutro dal filo di terra. A mio avviso la prova della lampadina, se eseguita con le dovute accortezze, è la più semplice.

    RispondiElimina
  30. ma secondo me che non sono del mestiere ,io come faccio una camera faccio tuta la casa , mai invertire i fili le prese con le prese acendi e spegni separato nero giallo azzurro,sempre colore uguali messa terra giallo con un bel palo dentro la terra e no cemento dove cè asorbimento di molta corretefilo da 4 o doppi fili un bel salvavita un termointerutore. chi mi vuol dare quache consiglio io lo sento e ringrazio a dimenticavo io il giallo lo porto dalla presa alla lampadina chi non e dacordo mi puo scrivere a pirasg11@yahoo.com

    RispondiElimina
  31. bisogna pensare primma di fare la cosa

    RispondiElimina
  32. Scusate, il link sopra sembra non funzionare. Ci riprovo:
    Distinguere neutro dal filo di terra

    RispondiElimina
  33. Grazie delle dritte. Alla fine, fra cercafase, prova della lampadina e uno studio un po' più attento dei fili nella scatola, sono riuscito a rimettere tutto a posto (credo).

    RispondiElimina
  34. Ciao sono Andrea, non è vero che se tocco il filo di fase singolarmente si prende la scossa!!!ci deve essere una differenza di potenziale per prendere la corrente cioè bisogna toccare un punto a massa e il cavo di fase.

    RispondiElimina
  35. ciao Andrea, hai ragione. Meglio non specificarlo qui però, siamo in ambito "Fai da te" e non scientifico. Ovvio che l'informazione dovrebbe essere sempre corretta ma ho preferito tenere alla larga i lettori da possibili problemi.

    RispondiElimina
  36. Sono d'accordo con il tenere alla larga i lettori da possibili problemi. Ma informando, non disinformando: è informando male che si rischia... Si potrebbe pensare che nel polo di fase circola comunque corrente... creando ancor più confusione sulle nozioni di base...

    RispondiElimina
  37. ciao devo montare il lampadario della cucina. dal soffitto escono 3 fili: giallo-verde TERRA da collegare allaparte metallica del lampadario per la sicurezza; bianco FASE che porta la corrente e blu NEUTRO. Correggimi se sbaglio per cortesia. Fin qui ci sono. Il problema è che dal lampadario invece di 2 fili ne escono 3. Due sono bianchi e uno azzurro. Che cosa faccio? Devo collegare i due bianchi insieme e li attacco con un morsetto a quello bianco del soffitto? Ho provato ma salta tutto. O ne lascio uno libero? Grazie

    RispondiElimina
  38. buon giorno a tutti mi servirebbe un aiuto gentilmente!! devo accendere 3 lampadine da un unico interruttore,xo pigiandolo una volta se ne accende 1 poi 2 poi tutte e 3 e in fine si spengono!!!!! come posso fare ke tipo di relè usare!? e come fare i collegamenti!? grazie x una eventuale risp!!!!

    RispondiElimina
  39. Mettete per favore un nome, diventa difficile rispondere se siete tutti Anonimi.

    Al primo dico che la soluzione la trova nella scatola di derivazione dei fili o in quella dell'interruttore che accende il lampadario. Solo guardando a monte si riuscirà a capire cosa sono quei 2 fili bianchi e come vengono utilizzati. Non vedo altre soluzioni.

    Per il discorso di accendere 3 luci in sequenza secondo me è bene informarsi da un elettricista o presso rivenditore di materiale elettrico in modo da trovare la soluzione migliore.

    RispondiElimina
  40. Ciao Davide! Ti posto anch'io la mia domanda... devo installare un'applique a muro, dalla parete escono 3 fili: la terra (verde-giallo), un filo nero ed uno blu. Sulla lampada ho 2 fili da collegare: nero e bianco. Essendo la struttura dell'applique in plastica, è corretto se faccio così: filo di terra non collegato, filo nero che esce dal muro con filo nero della lampada e filo blu del muro con filo bianco della lampada?
    Grazie!

    RispondiElimina
  41. ciao Nikko, confermo!
    E' tutto corretto, anche se io collegherei comunque il filo di terra (giallo-verde) ad una vite/tassello di sostegno. Inoltre leggi qui come collegare al meglio i fase e neutro ad un portalampada.

    RispondiElimina
  42. ciao ho bisogno di un parere, causa rottura della caldaia ho verificato le fasi (tramite tester) del mio impianto elettrico (nuovo fatto a Settembre), apro una presa e trovo i tre fili: marrone, blu, giallo-verde, avendo un contratrto con acea di monofasa, mi aspettavo il marrone (fase)a 220v ed il blu (neutro) a 0... ed invece se chiudo il circuito del marrone con la terra ho 120V e se chiudo il circuito del blu con la terra ho sempre 120v.
    Domanda è normale? sbaglio io o il mio elettricista ha sbagliato qualcosa?

    RispondiElimina
  43. ciao Silvia, per approfondimenti ti consiglio di leggere questo thread in cui si parla delle differenze di tensione che ancora oggi si possono trovare nei vecchi impianti.

    RispondiElimina
  44. su un impianto trifase 220v posso utilizzare il colore blu

    RispondiElimina
  45. Ciao, ho aperto una scatola di derivazione ed ho visto che 4 fili collegati tra di loro con un semplice incrocio e nastrati assieme con isolante si sono fusi bruciacchiando il coperchio, il tutto comunque ha sempre funzionato, cosa posso utilizzare per evitare di nastrarli ed avere un collegamento sicuro ? In pratica uno porta corrente ed altri 3 vanno a prese diverse . Ringrazio anticipatamente ciao

    RispondiElimina
  46. ciao Mario, dovresti utilizzare morsetti elettrici ad una via a norma. Il fatto che i fili si siano fusi però non dipende dal collegamento ma dall'eccessivo assorbimento di corrente. Questo è il vero problema che devi risolvere: è pericoloso! Evidentemente ad una delle prese di quei fili è stato collegato qualcosa che assorbiva troppo, probabilmente i fili si son surriscaldati. C'è da chiedersi come mai non sia scattato il l'Interruttore magnetotermico! Insomma, credo sia bene far controllare l'impianto (in relazione ai fili fusi) da un buon elettricista.

    RispondiElimina
  47. ciao, vorrei una consulenza , ho messo in giardino un nuovo punto luce, però ho preso la corrente da un punto luce già esistente e ho collegato i fili, il quesito e questo, per rendere l'accenzione di questo nuovo punto luce con un nuovo interrutore e renderlo indipendente dal punto di luce con cui mi sono collegato come devo fare?,grazie anticipatamente

    RispondiElimina
  48. ciao mimmo, purtroppo non è semplice spiegarlo qui in due parole. Quando avrò un attimo di tempo magari provo a scrivere direttamente un post dedicato all'argomento.

    RispondiElimina
  49. Salve Gentilissimo Davide, vorrei un chiarimento, nella stanza d'ingresso di casa mia (è buia, sembra quasi una taverna, con le travi), ho aggiunto due portalampada da quattro lampade ciascuno, vorrei renderli indipendenti con interruttori, correggimi se sbaglio, io farei così: taglio solo il filo-fase marrone e collego l'interruttore in andata marrone e in ritorno blu, può funzionare o c'è qualcosa che non va? Sono obbligato a ritornare con il blu perché il cavo che adopero è costruito con una guaina che racchiude in se questi colori "marrone, blu,giallo-verde", altrimenti dovrei sfilare il filo di colore marrone e lavorare solo con quel colore. Grazie

    RispondiElimina
  50. Salve Gentilissimo Davide, vorrei un nuovo chiarimento, collegato a quello di prima, ho comprato due portalampade di quattro lampade ciascuno e di un assorbimento massimo per ogni lampadina di 40W, montando le lampadine a risparmio energetico di 20W d'assorbimento ma diffondendo una luce pari a 130W, cosa è importante rispettare per rientrare nei limiti di sopportazione del portalampada? (Il rivenditore mi ha consigliato di mettere lampadine con assorbimento 12W diffusione 60W). Grazie

    RispondiElimina
  51. Ottima spiegazione, però io mi trovo con questa situazione: tutti i fili che escono dal soffitto di casa mia sono Blu, Bianco e Giallo-Verde.

    Un operaio per avere luce in una stanza dove lavorava ha attaccato una lampadina come da foto.
    http://img714.imageshack.us/i/280220111996.jpg/
    Ma non è sbagliato??
    Si possono mettere il fase con il neutro in maniera arbitraria?

    Non capisco quale possa essere la fase e quale il neutro.

    Grazie,
    Nevids

    RispondiElimina
  52. Salve Nevids,
    leggi maggiori dettagli su come collegare la lampadina. Per trovare la fase è necessario un cercafase, come descritto sopra.

    RispondiElimina
  53. salve il mio problema invece è che ho il pozzo artesiano in comune con mio cognato e ogni volta che si carica l'acqua nel serbatoio da ambe le parti l'altro non so se l'altro ha la corrente inserita o no...che ce posso mette per vedere se c'è corrente...grassssie

    RispondiElimina
  54. ciao a tutti , sono sirio, spero di trovare aiuto. la plafoniera esterna al balcone non funziona piu’, e’ con una normale lampadina a filamento e ho controllato la lampadina ma e’ buona, ho controllato il portalampada e i fili che gli arrivano ed e’ stretto tutto in mezzo ai morsetti del portalampada, ho controllato i fili dalla parte dell’interruttore ed e’ tutto ok , ho cambiato l’interruttore con uno nuovo e uguale, ma ancora non si accende, questo malfunzionamento mi e’ capitato da un giorno all’altro, io sono un meccanico quindi le mie basi di elettricita’ sono queste, avete degli aiuti? grazie

    RispondiElimina
  55. vorrei fare un buon impianto elettrico al vano scala per far passare fili x telefono,antenna,x appartamenti,x citofono, x luci scale.chiedo quanti corrugati e le dimensioni giuste,e come posizionare le scatole di derivazione.
    ringrazio in anticipo.

    RispondiElimina
  56. X SIRIO, SOSTITUISCI IL PORTALAMPADE,PROBABILMENTE SI SONO OSSIDATI I CONTATTI.STACCA LA CORRENTE PRIMA DI FARE L'INTERVENTO.CIAO

    RispondiElimina
  57. ciao sono sirio, grazie della risposta, provero' anche perche' ho controllato con il cerca fase e sembra tutto ok. saluto e ringrazio, faro' sapere

    RispondiElimina
  58. ciao sono ciccio volevo sapere con un apparecchio da 1800 watt che amperaggio si magnetotermico devo avere?

    RispondiElimina
  59. ciao devo fare una presa di corrente esterna per attaccare un apparecchio ; ho la pulsantiera di accensione luce all interno come devo fare per collegarmi ?

    RispondiElimina
  60. salve avrei un problema....nella mia azienda ho collegato una pompa ad immersione nel pozzo e succede che trovo il filo elettrico fuso..perchè?aiutatemi grazie....

    RispondiElimina
  61. Una domanda: ma posso collegare SOLO la fase e la terra (senza il neutro per intenderci) ed avere una presa funzionante ? Grazie

    RispondiElimina
  62. No, deve essere collegato anche il NEUTRO.

    RispondiElimina
  63. devo collegare 2 faretti inseriti su unica base avente 3 morsetti: suppongo x fase, neutro e messa a terra. sui morsetti laterali compaiono le lettere N e un' altra che non ricordo. la N corrisponde forse alla fase neutra? e poi, non è uguale anche se si invertono? grazie. Liliana

    RispondiElimina
  64. ciao Lallabilla, la N sta per Neutro, poi c'è la Terra (facilmente riconoscibile) e l'altro è la Fase. Anche se inverti Fase e Neutro i faretti funzionano ma c'è un perchè se ti hanno identificato il neutro (leggi qui, ad esempio, nel caso di collegamento di un portalampada).

    RispondiElimina
  65. Buona sera, mi chiamo daniele.
    Pongo una domanda da inesperto, molto inesperto in questa materia.
    Ho comprato un nuovo interruttore bticino per un lampadario, ma dietro dove vanno i fili ha solo due buchi in alto, due al centro e nessuno sotto.
    Il vecchio invece ne aveva uno sopra per la fase, uno in mezzo per il filo terra ed uno sotto per il neutro. Ho sbagliato l’acquisto o devo mettere i fili in modo diverso? Se in alto metto la fase, in mezzo il filo terra… il neutro? Cosa devo fare?

    RispondiElimina
  66. Specifico anche che il mio è un vecchio impianto i fili sono tutti e 3 grigi.

    RispondiElimina
  67. @Daniele
    I vari modelli sono troppo diversi tra loro, è necessario guardare lo schema elettrico che dovrebbe essere sempre riportato sul retro (o sulla scatola).

    RispondiElimina
  68. ciao davide senti dovrei collegare un applik a muro..xo nn posso arrivare alla scatola di derivazione...posso prendere corrente dalla presa? vorrei mettere anke un interrutore x l'applik mi spieghi un attimo come fare? ciao andrea

    RispondiElimina
  69. ciao Andrea, si può fare anche se non è proprio un lavoro a regola d'arte. Per collegare un punto luce servono fase e neutro (terra ne puoi fare a meno). L'interruttore lo devi posizionare sulla fase (in pratica interrompi il filo della fase che va alla lampada e ci metti un interruttore).

    RispondiElimina
  70. Buongiorno Davide
    Avrei la necessità di una presa elettrica nel garage per fare una tantum qualche piccolo lavoro di bricolage.Nel garage è presente l'interruttore del punto luce dal quale vorrei derivare la presa di corrente.La cosa è fattibile?Quali sono i limiti in termini di watt che la presa stessa potrà sopportare?
    La ringrazio per la sua cortese disponibilità.
    Gianfranco

    RispondiElimina
  71. ciao Gianfranco,
    la soluzione è quella di portare nella cassettina dell'interruttore 3 nuovi fili: fase, neutro e terra (quest'ultimo solo in caso non sia presente).
    Per fare questo puoi, con una molla da elettricista, seguire i condotti che partono dalla cassettina fino alla prima cassetta di smistamento utile. In questa puoi collegare i nuovi fili e portarli alla cassettina.
    Spero di essermi spiegato bene, non è facile in un commento... :-(

    RispondiElimina
  72. salve gentile davide,problema con pompa sommersa,si accende il quadro ma non parte ora prima di tirare fuori il tutto avendo già testato ul condensatore che è ok come faccio a verificare se arriva corrente alla pompa? vorrei provare con una lampada ma visto che sono tre i fili della pompa quali devo collegare alla stessa per vederb se si accende? grazie supermille cosimo

    RispondiElimina
  73. ciao davide complienti per il sito!
    Perchè il filo di terra non può essere derivato?
    (E' un tuo post del 21 settembre 2010 ore 16:18)
    Scusa la domanda probabilmente banale..
    Ciao e complimenti ancora!
    PAOLO

    RispondiElimina
  74. ciao PAOLO, in quel commento il problema era un altro. Quell'utente nel suo impianto elettrico ha trovato "delle derivazioni fatte con cavo giallo-verde". In pratica hanno usato il cavo del colore terra (giallo-verde) per "allungare" i fili in cui passa fase o neutro. Questo è un errore gravissimo, NON VA MAI FATTO! Per il semplice motivo che tu o un qualsiasi elettricista un domani potrebbe toccare quel filo credendo di toccare la terra, e invece rimarrebbe fulminato.
    Grazie mille per i complimenti! ;-)

    RispondiElimina
  75. Ciao, sono Luca. Nel mio appartamento arrivano 4 fili ( generalmente io ne ho sempre visti solo due arrivare dal palazzo negli appartamenti )
    facendo delle prove ( i colori dei fili sono diversisimi e credo che ci siano anche delle aggiunte durante il percorso, l'impianto è vecchio e fatto interamente con filtubo mono filo ) ho constatato che prese e luci sono sotto un unico interruttore/salvavita, l'appartamento è diviso zona detra zona sinistra invece di essere diviso tra prese e luci. in cucina questa situazione secondo me non puà andare prorpio per nulla, come faccio a separare almeno la cucina da tutto il resto?

    RispondiElimina
  76. sia per la lampada che la presa, i fili nel muro, qualsiasi colore abbaiano puoi metterli sia a a destra o sinistra del mammuth, in mezzo ci va solo ed esclusivamente il filo giallo verde, la messa a terra

    RispondiElimina
  77. guarda che il filo di fase puo essere anche grigio se non lo sai te lo dico io che sono uno studente di impianti civili e industriali

    RispondiElimina
  78. un altra cosa i fili rosa rossi viola arancioni sono di finta fase
    quelli grigi neri e marroni sono di fase
    quelli blu che sono neutri
    e giallo verde che e il filo di terra non dire che il grigio il viola ecc sono di fase perche dici una grande cavolata

    RispondiElimina
  79. x Anonimi
    potreste identificarvi un po' meglio ed esplicitare a chi rispondete.
    Altrimenti diventa complicato capire a chi vi rivolgete.
    Grazie a tutti per la collaborazione.

    RispondiElimina
  80. Curiosita': avendo il mio quadro elettrico (a casa), dove ci sono i miei bei 2 differenziali, da cui partono tutti i
    fili che poi arrivano alle varie prese o dispositivi in giro per casa, come si fa' per stabilire quale sia il cavo
    specifico che arriva in un certo posto (m'interessa la caldaia in questo caso specifico), nel marasma dei cavi?
    Grazie, Paolo

    RispondiElimina
  81. ciao Paolo, non credo ci sia un filo specifico che parte dal quadro e arriva alla caldaia. Sarà una derivazione. Per risalire il percorso che fanno i fili che giungono alla caldaia l'unica strada è "seguirli" con la sonda da elettricista. Questi finiranno in qualche cassetta di derivazione e da lì riuscirai a farti un'idea.

    RispondiElimina
  82. Buongiorno, devo montare un semplice portalampada all'impianto elettrico (ho solo i fili che escono dai muri, visto che la casa è nuova).

    Dove devo attaccare la messa a terra (sempre se devo attaccarla)?

    RispondiElimina
  83. "Isolate con un pezzo di nastro isolante l'estremità del filo di terra in quanto non serve, lo collegherete successivamente quando monterete il lampadario definitivo"

    Quindi al momento lo isolo.
    Quando attacco il lampadario dove lo collego però?

    Ah...ovviamente grazie!

    RispondiElimina
  84. Se il lampadario è fatto a regola d'arte dovresti avere la possibilità di collegarlo a qualche pezzo di metallo.

    RispondiElimina
  85. Salve
    A casa ho cambiato, nella stessa scatola di derivazone a muro, due prese, passando da quelle da 10A a quelle da 16A. Ho visto che, essendoci 2 prese, 3 fili arrivavano da una canale e 3 da un'altra, ciò significa che sia un semplice collegamento in parallelo, o una canalina porta l'arrivo rete ? Inoltre, nel rimontare la prima presa non ho avuto dubbi perché i cavi erano colorati a norma ( marrone - fase , blu - neutro, giallo verde - terra ), ma nella seconda presa 2 cavi erano entrambi di colore marrone; io credo di averli rimessi nella stessa posizione di prima, una volta installata la presa ( non avevo un cercafase ), ma nel caso in cui l'avessi invertiti sarebbe successo qualcosa, o visto che è un circuito monofase è indiferente ? Considerando poi che le 2 prese sono anche collegate tra loro tramite dei ponticelli, sempre rispettando la posizione dell attacco del cavo di riferimento.
    Potreste aiutarmi a risolvere questo dubbio ?
    Grazie

    RispondiElimina
  86. Per cortesia aiutami a risolvere questo problema.
    Mi hanno da poco allacciato l'energia elettrica e messo il contatore, poi io ho collegato i due fili provenienti dal quadro elettrico dentro casa ma la luce non si accende ! Toccando con il cercafase i due morsetti inferiori del contatore risulta corrente da uno solo ! E' normale questo ? Potrei aver sbagliato io il collegamento invertendo i due fili ? O non è importante come si collegano ? Grazie, saluti.

    RispondiElimina
  87. salve,ho un punto luce comandato in tre punti diversi dove spesso trovo lampadine fulminate. Ho controllato ai morsetti del punto luce con circuito aperto ed ho notato che ho circa 120v. Da cosa potrebbe dipendere?? Ringrazio anticipatamente
    Riccardo

    RispondiElimina
  88. Buongiorno! Stiamo montando i lampadari a casa nuova ma abbiamo trovato un problema: dal soffitto del salone escono 4 fili, terra (verde/giallo)neutro (blu) e due fase (nero e grigio). L'interruttore è unico però usando una sola lampadina dovevamo pigiare due volte per accenderla, è forse quello che si chiama relè? Il lampadario che abbiamo comprato ha solo 3 morsetti: terra, neutro e una fase...come fare? Collegare solo una fase e rinunciare al "doppio comando"?

    RispondiElimina
  89. ciao Giovanni e Vittoria, potreste accontentarvi così (ovviamente isolando il quarto filo di fase) oppure approfondire il tutto cercando di capire come fu progettato l'impianto. Sembrerebbe che vi siano 2 punti luce in uno, forse comandati dallo stesso interruttore tramite relè. Per approfondire seguite i fili di fase.

    RispondiElimina
  90. Buon giorno, sono Ermanno ed è la prima volta che mi collego con Voi, vorrei chiedere a Davide come fare per collegare 1 presa+interrutore ad un'altra presa+interrutore. Grazie

    RispondiElimina
  91. Buongiorno, io ho recentemente acquistato casa chiavi in mano, e verificando l'impianto elettrico, ho notato che posizionando su on il derivatore della luce principale, magicamente si illumina, in maniera molto flebile, un altro punto luce che però dovrebbe essere indipendente.è un problema molto grave??? come dovrei comportarmi per ottenere l'adeguamento dell'impianto?

    RispondiElimina
  92. x Ermanno, difficile da spiegare in un commento, prendo spunto per poi scriverne un post dedicato. Dovrei anche approfondire cosa intendi per "presa+interruttore".

    x Anonimo, non è una bella cosa. Io chiamerei un Perito e, a seguire, un Avvocato.

    RispondiElimina
  93. Buongiorno.
    Abito in un piccolo condominio nuovo di 6 appartamenti.
    Per problemi burocratici stiamo ancora andando tutti con la linea di cantiere.
    A fine gennaio arriverà l'allaccio enel.
    Ieri il costruttore ci ha comunicato che l'enel stessa VUOLE che la cassetta di derivazione venga posizionata in un punto che ricade nella mia proprietà esclusiva, il mio parcheggio e che dista 10/12metri dai contatori.
    Adduce il fatto che c'è un tombino Enel lì vicino (almeno 5metri per la verità)che rimane comodo allo scopo.
    A meno di due metri dai contatori, invece, c'è un altro tombino Enel, e la posizione della cassetta sarebbe molto più protetta e nascosta rispetto alla facciata della palazzina e lontana dai parcheggi.
    Mi rendo conto che non è facile capire senza una piantina ma la situazione è questa a grandi linee: immaginiamo la cassetta che vogliono mettere al centro. A Sx a 5/6metri c'è il primo tombino enel e ancora più a Sx verra costruita un'altra palazzina. A Dx a 10 metri c'è l'altro tombino enel e a soli 2metri tutti i contatori.
    DOMANDO: può essere una esigenza solo dettata dalla comodità del costruttore e non da direttive enel?
    Chi devo chiamare all'Enel per sapere come stanno le cose?
    Ringrazio infinitamente chi vorrà aiutarmi a capire.

    RispondiElimina
  94. cantina...o sotto il letto. boh...

    RispondiElimina
  95. con quale lettera viene indicato la fase di corrente .

    RispondiElimina
  96. salve vi pongo una domanda,dovrei moontare 2 pulsanti apriporta elettrici distanti ma per una unica porta con serratura 12V, ora posso collegarli sapendo che a quest'ultima c'è già collegato un apriporta del video citofono?Il video citofono ha un'alimentatore a 13.5V per conto suo(di quelli che si attaccano alla presa elettrica)non ci saranno corto circuiti con gli altri 2 pulsanti che devo montare?Grazie in anticipo Claudio.

    RispondiElimina
  97. Salve ,ho un lampadario a 9 luci con trasformatore vorrei sapere se é possibile dividere queste 9 visto che però ho solo due fili in uscita ,Grazie anticipatamente x la risposta ,

    RispondiElimina
  98. salve volevo un informazzione perchè quando collego qualsiasi apparato carica cell comp port. carica bat per macchina dgt video camera ecc il trasformatore si scalda molto?
    in tutti i due i fili delle prese ce corrente ,puo dipendere da questo?

    RispondiElimina
  99. Ma se e fili in uscita sono 2 grigi ed uno bianco,per caso è il collegamento per un citofono o videocitofono? Io volevo mettere due prese ma non funzionano...

    RispondiElimina
  100. salve a tutti.anche se ai fini pratici non serve a niente,volevo sapere se l'interruttore si monta sulls fase o sul neutro perche ci sono teorie discordanti.E' possibile motivare la risposta ?grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IN LINEA TEORICA: in un impianto a regola d'arte si resta fulminati solo se si tocca la fase, per questo si preferisce sempre interrompere questa quando si montano interruttori unipolari.

      Elimina
  101. scusate, sto ristrutturando un vecchio tinello agricolo, dove esiste già l'impianto elettrico ma non è collegato, ossia tutte le scatole sono aperte con il relativi fili però non collegati,
    il mio problema ora è riconoscere le estremità dei fili che dalle scatole di derivazione vanno ai singoli punti luce... qualcuno sa se esiste un qualche dispositivo (esempio tester9 che permette di individuare le due estremità di ogni singolo filo elettrico?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, non so se esiste uno strumento apposito ma ingegnandosi qualcosa puoi inventarti... Ad esempio potresti collegare le estremità (fase e neutro) del punto luce. Poi, in base ai colori, nelle scatole cerchi col tester le corrispondenze. Segnandoti poi le cose dovresti riuscire, piano piano, ad arrivarci in fondo. Fammi sapere!! ;-)

      Elimina
  102. Ciao Davide e complimenti.

    Ho un problema, ho il microonde della cucina (non a incasso) attaccato ad una presa montata direttamente sul legno della cucina e comandata da un pulsante posizionato (aimè) dietro alla cucina e quindi irraggiungibile (questo pulsante è stato accesso prima del montaggio della cucina e scocciato in modo che non potesse assolutamente spegnarsi). Per 2 anni tutto ok, un giorno però il microonde ha smesso di funzionare, ho staccato la presa e provato a montarne una nuova (pensavo si fosse rotta) ma niente. Ho provato a collegare i 2 fili (ovviamente la terra no) direttamente alla spina sia del microonde che di altri elettrodomestici ma niente, non funzionano, come se nona rrivasse + elettricità. Però se attacco i fili alla nuova presa invertendoli salta il contatore (mi fa pensare che allora in qualche modo l'eletrtricità arrivi....). Sai consigliarmi qualcosa...non so come uscirne!

    Grazie!!

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Marco, non capisco bene cosa intendi con "Però se attacco i fili alla nuova presa invertendoli salta il contatore (mi fa pensare che allora in qualche modo l'eletrtricità arrivi....)"
      Puoi spiegarmi meglio cosa fai?

      Elimina
  103. Ciao,una domanda..ho collegato due faretti led in questa maniera: ho fatto arrivare la fase dall'interruttore ai faretti e così va bene,mentre per il neutro avevo gia un cavo blu nella scatola di derivazione ed ho usato questo, mentre per il neutro dell'interruttore ho usato un morsetto vicino a questo dove c'erano gli altri cavi blu di tutti gli altri intereruttori..Non so se è lo stesso neutro della scatola dei faretti ma questi funzionano,l'unica cosa che la luce di segnalazione dell'interruttore che funziona quando questo sono accessi in reatlà quando sono spenti è leggermente accesa.Da cosa può dipendere?grazie

    RispondiElimina
  104. Ciao a tutti.
    Devo collegare due deviatori per un lampadario,ho provato ma se accende uno non accende l'altro.I colori dei fili sono Grigio-Marrone-Marrone per una scatola e l'altra Grigio-Marrone-Marrone più uno blu che porta corrente al lampadario della stanza accanto.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi rispondo da solo (magari può essere utile a qualcuno).
      La fase (grigio) và collegata al morsetto centrale e i due marroni ai morsetti rimanenti,questo sui deviatori bticino,con altri interruttori la fase và collegata al morsetto che risulta in posizione sfalsata in confronto agli altri oppure contrassegnato con una L.
      Per quanto riguarda il filo azzuro di cui parlavo è un filo in comune che porta corrente all'interruttore della stanza accanto.

      Elimina
    2. ciao Emiliano, spesso risulta difficile rispondere... servirebbero foto, descrizioni più specifiche, prove col tester e via dicendo. Comunque sono contento tu abbia risolto!!

      Elimina
    3. Ciao Davide.
      Grazie per la risposta :)

      Elimina
  105. Ciao Davide, ho il cucinino dove vi sono posizionati in sequenza lavello- fornelli gas, sotto c'è il piccolo frigo e alla sua destra c'è il forno elettrico- per distrazione il lavello si è riempito e l'acqua ha travasato invadendo tutto il sopra e il pavimento! Dopo aver asciugato non funzionava più il frigo e quando giravi la manopola del forno scattava l'interruttore della luce! Questa invasione acquosa che danni può aver fatto secondo te? La cosa curiosa è che la presa appena sopra i fornelli a gas (bombola) funziona! Ciao Roberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il forno credo che il problema sia dovuto alla presenza di acqua nei circuiti elettrici. Evidentemente manda a massa qualcosa e scatta il contatore. Probabilmente asciugandosi bene il "difetto" sparirà. Sul frigo invece ho qualche perplessità in più, potrebbero essere più grave. Il mio consiglio comunque è di smontare i due elettrodomestici e di lasciarli al sole per un paio di giorni. Poi vedi... ;-)

      Elimina
  106. CIAO SONO ARDUMEL VORREI PORTI QS QUESITO....NEL BOX HO SOLO L'INTERRUTTORE DELLA LUCE COLLEGATO A UN FILO NERO E UNO GRIGIO DELL'IMPIANTO CENTRALIZZATO DEL CONDOMINIO.......POSSO COLLEGARE AI DUE CAVI ELETTRICI ESISTENTI ANCHE ALTRI DUE CAVI PER INSTALLARE UNA PRESA DI CORRENTE......mia e-mail giusyardu@tiscali.it....
    GRAZIE PER IL TUO EVENTUALE INTERESSAMENTO......
    P.S. UN ELETTRICISTA DA ME INTERPELLATO MI HA CHIESTO 100 EURO.....TU CAPISCI CHE ESSENDO UN PENSIONATO VORREI FARE DA ME.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dalla tua descrizione mi sembra di capire che tu abbia dentro la scatola un solo filo, interrotto dall'interruttore. Quindi, o fase o neutro, che entra nell'interruttore, poi esce con un altro colore e va alla luce. giusto? Se è così non ti basta per attaccare una presa! Serve anche l'altro filo (servono sempre neutro e fase).

      Elimina
  107. Una cortesia,
    io al soffitto ho 3 fili rosso blu e terra(giallo-verde)
    ma dal lampadario escono 3 fili ed in + la terra (giallo-verde)
    il venditore x telefono mi ha detto che quel lampadario (composto da 6 lampadine) è predisposto per accendere o le 3 superiore o le 3 inferiori oppure tutte e 6, ma io non avendo i 3 fili che arrivano al soffitto ma solo 2 come posso collegarlo ? anche in modo che le lampadine si accendano tutte e 6 ?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terra a parte (che va collegata al filo di terra che esce dal soffitto) per ottenere i 2 poli con i 3 fili ti basta unirne 2 del lampadario. In pratica da 3 diventano 2 e così li colleghi a quelli dell'impianto che escono dal soffitto e accendi 6 lampadine. Quali collegare tra loro dovresti fartelo dire dal venditore o capirlo leggendo le istruzioni o le etichette che ci sono sui fili del lampadario. ciao!

      Elimina
  108. scusate ho bisogno di aiuto!
    devo montare due applique su una scalinata da una parte ho già montato un'applique, dall'altra ci sono tre fili: giallo e verde, marrone e blu ma questi sono collegati cioè vuol dire che porta la corrente ad un'altra applique gia montata. Come faccio a montarla e fare in modo che porti comunque corrente all'altra? Grazie in anticipo E' URGENTE

    RispondiElimina
  109. Salve, l'impianto di casa mia è piuttosto vecchio e i fili non rispettano i coloro "standard" ma vorrei capire se, una volta sostituite prese ed interruttori, se tutto funziona correttamente sono sicuro di aver fatto i collegamenti giusti oppure ci sono comunque diverse configurazioni. Ad esempio: A) 3 fili per interruttore per lampadario con 3 lampadine con accensione 2 + 1, funziona tutto ma se avessi invertito fase e neutro? Ho letto che, al contrario delle prese, negli interruttori non va invertito fase con neutro; B) 3 fili di colori non "standard"per presa Schuko funziona tutto quindi sono sicuro di avere collegato tutto bene? Grazie, saluti.

    RispondiElimina
  110. Buongiorno, scusate la domanda stupida ma mi trovo in una strana situazione e vorrei capirci un po' di più... è normale che "la terra" di una presa (cioè il buco centrale) porti corrente???? Io credevo di no e mi ha stupito che collegando il tester al buco della corrente e al buco centrale mi segnali 220 Volt!!
    Ho controllato il contatore centrale (quello esterno all'abitazione) e lì il cavo di terra (giallo/verde) entra direttamente nel contatore... mi sembra molto strano anche questo!!! Il tutto è nato perchè ci siamo accorti che il contatore (che è di quelli vecchi a disco) continua a girare anche se il salvavita e tutti gli interruttori del quadro elettrico sono spenti!! Sapreste darmi qualche indizio? Grazie in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è così semplice. Dovresti per prima cosa individuare la fase con un cercafase. Poi l'eventuale corrente va misurata sul neutro. Non è chiaro cosa intendi con "il cavo di terra (giallo/verde) entra direttamente nel contatore".

      Elimina
    2. Sono problemi del tipo lontano dal fai da te, si rivolga ad un elettricista qualificato. Un consiglio da un addetto ai lavori, per problemi che non vanno affrontati assolutamente con quattro consigli dati in rete....... La cultura del settore elettrico si forma con il lavoro qualificato, la profonda conoscenza della materia, e le normative vigenti, non improvvisata in rete. Saluti.

      Elimina
  111. Grazie Davide per la risposta... sì, in effetti è una situazione complicata! Non essendo esperto non sò se ho capito quanto mi dici, provo a ridirlo con parole mie: devo individuare, tra i due buchi della corrente, qual'è la fase e qual'è il neutro e poi la misura la devo prendere tra il buco centrale e il neutro? E così? Seconda cosa: il contatore ha 4 buchi, in uno di questi entra il cavo giallo/verde... io credevo che il cavo di massa, non portando in teoria corrente, non passasse dal contatore ma si collegasse ad una massa esterna (appunto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, devi misurarla tra neutro e terra. Dovrebbe essere 0 anche se dipende dalla rete a cui sei collegato. Ti rimando a queste discussioni per maggiori approfondimenti:
      Impianti elettrici civili: D.d.p. Tra Fase E Conduttore Di Terra e Tra Fase E Terra La Misura Di 220volts E'normale?.
      Per il discorso contatore può essere, ma non avendolo sottomano non posso aiutarti più di tanto.

      Elimina
  112. Grazie Davide... mi farò una cultura alla discussione che mi hai segnalato e speriamo...

    RispondiElimina
  113. Buonasera Davide, sono Lorena, vorrei cortesemente una consulenza.
    ho un punto luce sulle scale che viene accesa e spenta sia dal pianterreno che dal primo piano. Ho aggiunto un altro punto luce tra il primo e il pian terreno. In pratica, dall' interruttore del primo piano partono tre fili, blu, verde e giallo e marrone; quello marrone entra nel 1° morzetto del 1°portalampase e riesce dal 2° morzetto e poi andava a finire all'interruttore del pianterreno come segue: nel primo morzetto il verde e giallo, nel 2° il marrone e poi il blu. Adesso ho aggiunto un 2° portalampade faccendo passare soltanto il filol marrone nel 1° e 2° morzetto. Le luci si accendono e spengono correttamente da sotto e da sopra ma l'intensità della luce non è quella giusta, una lampadina è al massimo mentre la 2° è quasi nulla. Ho provato ad abbassare i watt delle lampadine e adesso ho un leggero miglioramento su quella più bassa ma non è sufficiente. Dove sbaglio??
    Spero di essere stata chiara.
    Grazie mille e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorena, anche se in ritardo posso risponderti io.
      In pratica hai collegato le due lampade in "serie" un termine usato per dire che le 2 lampade si stanno dividendo il voltaggio ( 220v) tra loro quindi la lampada con i watt maggiori e' quella che si accende meno, dato che fara' solo da ponte per far passare l'elettricita' a quella con i watt minori. Purtroppo tale metodo non e' corretto, le due lampade non riceveranno mai la giusta alimentazione.

      Ti riporto un disegno trovato in internet:
      http://www.webalice.it/donatodichicco/scuola/Terze/Corrente%20elettrica/Collegamento3lampadineSerieEParalleloSchema.jpg

      Tu in pratica hai fatto il collegamento visibile a sinistra e dovrai rimediare ricablando le lampade come visibile in figura destra. Tieni presente che qui il disegno parla di tutt'altro genere di alimentazione elettrica ma il concetto e' uguale nel tuo caso.

      In pratica, guarda i due rami di filo che vanno dalla batteria alle lampade:

      Diiciamo che:
      il segno + sara' il filo marrone che esce dall'interruttore del primo piano.
      il segno - sara' il marrone che esce dall'interruttore del pian terreno.

      Tu dovrai aggiungere del filo in piu' in modo da ritrovarti ad aver collegato le lampade come in figura destra.

      Un saluto.
      Wladimir Longo.

      Elimina
  114. ho ridisegnato come dovrai ricablare le luci:
    http://img11.imageshack.us/img11/1227/2luci.jpg

    WLadimir Longo

    RispondiElimina
  115. Ho una stanza nella quale sono presenti due lampade comandate contemporaneamente da un invertitore e un variatore di luce Relco RT34DMA magic, di colore arancione, al fine di consentire l’accensione e lo spegnimento spegnimento da due punti diversi.
    Per 18 anni ha funzionato egregiamente. L'altra mattina le lampade non si accendono più nè dall'invertitore, nè dal variatore. Smonto quest'ultimo e vedo che è il responsabile dell'accaduto. Lo tolgo fotografando le connessioni. Sono presenti due fili in grigio e
    uno marrone. I tre collegamenti prevedono che il filo di colore marrone entra nel morsetto laterale del variatore di luce mentre gli altri due fili grigi entrano nei due morsetti presenti in un'altra faccia del variatore. Per la verità uno dei due fili
    grigi presenta una striatura di tre trattini obliqui fatta con un pennarello nero.
    Ne compro un altro uguale ma mi rendo subito conto che è leggermente diverso nella posizione dei cavi. E adesso sono nei guai perchè non so come collegare i fili di diverso colore nei loro tre alloggiamenti. Qui i tre morsetti sono uno vicino all'altro, indicati rispettivamente come segue: il primo esterno ai tre presenta una specie di X sbarrata con una freccetta obliqua, mentre gli altri due no. Il mio problema è il seguente: nel morsetto con la x sbarrata dalla freccia bisogna mettere il filo di colore marrone o quello grigio con la striatura? Grazie in anticipo a chi mi risponde.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, le rispondo io dicendole che anche io ero possesso di un deviatore varialuce magic e devo dire che ne sono stato molto soddisfatto per anni. Premettendo che non sono riuscito a trovare, purtroppo, lo schema di collegamento del suo vecchio varialuce magic non posso darle informazioni precise ma penso di poterle dare abbastanza informazioni comunque. Diciamo che la croce che lei dice e' il segno della corrente alternata ( ~ ) e con allessa la freccia trasversale sta ad indicare che da li uscira' l'elettricita' variata dal varialuce, quindi, li dovra' andare il filo che arrivera' diretto alle sue lampade. E qui viene il problema. QUale e' il filo che va alle lampade?, La soluzione piu semplice sarebbe quella di andare a smontare la lampada piu vicina e riconoscere quale cavo mettere nel varialuce. Magari avendo fortuna si trova l'altro capo del filo grigio con 3 tacche che diceva lei.
      Purtroppo lo ribadisco, non avendo lo schema del vecchio varialuce e non avendo trovato in internet qualche foto posteriore di tale ( cosi' da riconoscerne piu o meno i segni) non posso aiutarla oltre.

      Qui le appongo uno schemino che ho trovato in interne che potrebbe aiutarla nel lavoro:

      http://spazioinwind.libero.it/lucefacile/immagini/Dimmer%20-%20deviatore.GIF

      Nel suo caso lo schema che le interessa e' quello grande sulla destra.

      Questa invece era l'unica immagine che ho trovato sul vecchio varialuce magic, purtroppo anche se carina, e' inutile al nostro scopo, come puo' vedere.

      http://www.gbcwebstore.it/product_thumb.php?img=images/23/23RM2309.jpg&w=250&h=250

      Nell'intanto le porgo i miei saluti e faccia sapere come e' andata l'installazione.
      Buon lavoro.

      Wladimir Longo

      Elimina
  116. buongiorno, mi chiamo Carla, una domanda.....se collego la fase da un contatore, e il neutro da un'altro contatore(vicino), quale dei due contatori conteggera' il passaggio della corrente? :) grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se posso chiederglielo, per quale motivo avrebbe necessita' di fare questo cablaggio?
      Sinceramente non saprei proprio cosa possa accadere. Non ho mai fatto un esperimento del genere, credo che ad un eventuale controllo, sia imputabile a tentata truffa verso l'ente erogatore dell'elettricita', anche se lei magari avesse tutt'altro motivo per dover fare questa prova, chesso' uno dei cavi del primo contatore non sia piu' sicuro o sia danneggiato e lei voglia utilizzare quello del contatore adiacente, che magari reputa piu sano.
      Comunque sia, ad un eventuale controllo potrebbe aver non pochi problemi legali.
      Per il resto non posso aiutarla dato che come scrivevo sopra, non ho mai azzardato un test del genere. Magari qualcuno ha avuto esperienza in tal pratica.
      Son curioso anche io di sapere cosa accadrebbe anche se non lo praticherei mai.

      Cordiali saluti
      Wladimir Longo.

      Elimina
    2. Sarei curioso anche io di capire la necessità di questo intervento.

      Elimina
    3. il risultato sarà sorprendente: il primo che attiva il contatore farà scattare il salvavita dell'altro (ammesso che ci siano), col risultato (si presume) che l'elettricista che ha effettuato tale opera realizzi un ponte sul differenziale stesso (già accaduto e documentato) in attesa che lo stesso elettricista si illumini nel tentare di darsi una risposta al problema.
      NB:(facendosi anche pagare)

      Elimina
    4. Spero tu stia scherzando ???? Perche se hai intenzione di collegare una fase su un contattore ed il neutro su un altro gruppo misure ti consiglio vivamente di occuparti di lavare i piatti o rammendare calzini e non mettere in rete cagate simili che sono pura follia da manicomio criminale. Tali follie dovrebbero essere denunciate poiche sono solo dinamite pura. Un vecchio proverbio dice : donne e motori gioia e dolori. Se adesso vi mettete anche ad occuparvi di energia elettrica, stiamo freschi o meglio arrosti. Lascia agli addetti ai lavori questo importante e difficile settore, che gia qui purtroppo vivono tanti incompetenti.

      Elimina
  117. buongiorno mi chiamo Giuseppe ed avrei un poblema la luce della stanza da letto non mi funziona. mi spiego meglio allora la corrente che porta al lampadario ce, pero mi manca nella presa. ora o controllato le varie casette e fili sono tutto a posto, ora non riesco a capire dove il poblema.chi mi puo aiutare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei risponderle ma purtroppo non ho abbastanza dettagli e quindi non riesco a capire il problema.
      Che cosa intende con "presa"

      una presa a muro da cui alimenta il lampadario?

      L'interruttore da cui accende il lampadario?

      Il portalampada nel lampadario dove avvitare la lampadina?


      Potrebbe aggiungere cortesemente altri dettagli cosi' da poter inquadrare al meglio il problema?
      Cose del tipo:

      Quanti fili arrivano al lampadario e quanti e quali sono nelle scatole di derivazione e se riesce a seguirli fino all'eventuale interruttore.

      Come viene pilotato il lampadario ( acceso e spento)

      Se il lampadario ha smesso di funzionare di punto in bianco o non ha mai funzionato, magari dopo essere stati fatti determinati interventi all'impianto elettrico.

      Dove ha effetuato le misure, come e con cosa, per poter dire che arriva l'energia elettrica in determinati punti mentre in altri no.

      L'ultima domanda qui sopra e' per avere il quadro piu generale di cosa non vada, dove e come poter comprendere le misure prese. Non sara' certo un pretesto per criticare un eventuale misura fatta in maniera inadeguata. E" un aggiunta che mi sento di mettere in quanto con determinati misuratori come un tester o un cacciavite cercafase, in determinate circostanze possano dare delle misure errate. Alcune di queste circostanze possono essere, varialuce sulla linea, umidita' in alcuni punti dei muri, filo di terra o neutro difettoso mal collegato o altri fattori come cariche parassite e fenomeni di induzione tra cavi paralleli o vicini.

      Non mi dilungo per non rendere troppo complicata una domanda ad un problema che magari era di semplice soluzione, come spesso accade :-)




      Un saluto
      Wladimir Longo

      Elimina
  118. l interruttore dove accendo il lampadario. lo aperto e con il cercafase o visto che non arriva corrente nei fili.

    RispondiElimina
  119. Buona sera, vorrei installare dei lampioncini nel giardino della casa di nuova costruzione, ho localizzato sul muro esterno una scatola elettrica, l'ho aperta e dentro vi ho trovato dei grossi tubi di rame (o almeno sembra così) 2 corrugati vuoti che vanno non so dove e 1 corrugato da dove escono i 3 fili di cui si parla sopra, la mia domanda è questa: visto che quei fili sono li belli pronti e tagliati posso utilizzare quelli per installare una presa esterna a parete nelle vicinanze della scatola dove in seguito collegherò i miei lampioncini??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A che profondita hai intenzione di interrare i tubi ? Quale tipo di tubo userai ? Ti serve la protezione meccanica? Che tipo di cavo pensi di usare? Quali sono i colori che devi utilizzare ? Che sezione devi impiegare ?. Come esegui le connessione nella cassetta di derivazione e meglio ancora per derivare i vari corpi illuminanti dalla,dorsale principale? Che grado di protezione IP pensi di usare ????? Pali e corpi illuminanti sono in classe I o II ???? Come realizzi la protezione contro i contatti diretti ed indiretti. l'impianto esistente è stato realizzato in conformita alle normative vigenti nel momento della sua realizzazione ???? Ha almeno i requisiti minimi di sicurezza richiesti fin dal lontano 1990 (legge 46-90 primo fantasma normativo). Chi ti rilascia la dichiarazione di conformità che non è carta da parati) ????? Sperando ti sia venuto il mal di testa mi fermo qui, solo per farti capire che la volgarmente chiamata CORRENTE NON HA COLORE, NON SAPORE E QUANDO LA SENTI PUO ESSERE FATALE. Lascia fare agli addetti ai lavori, della specie ELEMENTI SERI e non uno scamorzo che ti fa il solito prezzo stracciato magari in nero, rivolgitio a personale serio che alla fine dei lavori ti rilascia LA FAMOSA DI. CO. con relativa fattura. Documentiche ti mettono al sicuro da brutte sorprese. E se non puoi permettertelo poiche come tanti, troppi connazionali , manca il grano, lascia perdere il "chi fa per se fa per tre" in questo settore fa malanni per trentatre. Un saluto cordiale da un addetto ai lavori che non ha pretese di essere un genio, ma ha solo cercato di trasmettere un po di sale in un problema serio.

      Elimina
  120. ...mah!....
    l'elettricista serio vi costa 30 € all'ora e vi risolve i problemi, vi fa la fattura e tasse detratte gli rimangono circa 13 € col lavoro garantito.
    L'amico pensionato ex enel, il novello elettricista, l'elettricista dipendente dopolavorista, l'elettricista prossimo alla pensione che arriva col secchio di colore con dentro alcuni attrezzi al posto della valigetta tecnica e che manco sa cos'è la curva d'intervento di un differenziale, fi fa magari lo stesso lavoro chiedendovi 15 €.
    Risultato?
    15 € in meno.

    RispondiElimina
  121. Buonasera,
    Dovrei collegare una plafoniera al muro, che ha in ingresso i 3 fili evidenziati correttamente (marrone, giallo/verde, blu)
    Sul muro invece ho questa situazione (l'impianto è vecchio, premetto): Filo marrone , filo nero, filo giallo e filo grigio.
    Se collego marrone con marrone la fase è ok, così come nero con blu il neutro è ok.
    Giallo e grigio dove vanno?
    Collegando solo fase e neutro la luce funziona, ma l'interruttore no.
    Se metto giallo o grigio nella fase fa corto.
    Grazie per l'aiuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scherzare con l'elettricita, rivolgiti ad un professionista. LA CORRENTE NON HA COLORE, NON HA ODORE E QUANDO LA SENTI PUO ESSERE TROPPO TARDI. E normata da una miriade di regole che nepputre tanti addetti ai lavori sanno di cosa si parla, figuriamoci il fai da te !!!!! Consiglio dato da uno del settore che non si ritiene un genio in materia ma che cerca di prendere sul serio il problema...... medita.

      Elimina
  122. Rivolto all'autore dell' articolo. La cultura e la conoscenza arricchiscono il sapere umano, ma affermare che "chi fa per se fa per tre" in un settore tanto delicato ed ampio per impiantistica e relative problematiche puo creare solo seri guasti ad opera di persone assolutamente impreparate.
    Cordiali saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è internet, le cui fondamenta sono la condivisione della conoscenza. Si può replicare ad errori o a falsità, ben vangano, la discussione infatti è aperta. Il tuo atteggiamento invece è completamente inutile.

      Elimina